Android Tutti gli articoli

Android Q: la prossima beta 5 migliorerà gesture e menù laterali

Secondo quanto riportato da un googler in un tweet, la prossima release della beta di Android Q andrà a migliorare la navigazione a gesti, facendo sì che non vada più a sovrapporsi con l’apertura del menù laterali, come accade nella Beta 4.

Con la Beta 5 di Android Q ci si avvicina sempre di più a quella che sarà la versione definitiva della prossima release del robottino verde e, dunque, si vanno ad affinare tutti i bug e le imperfezioni dell’interfaccia.

Secondo quanto riportato dal googler Chris Banes, con la prossima beta di Android Q, si andrà a migliorare la navigazione a gesti, i quali non andranno più ad interferire con l’apertura dei menù laterali: nella la beta 4 con le gesture attive, infatti, per tornare indietro di una schermata è necessario fare uno swipe da uno dei due bordi verso il centro del dispositivo, gesto che corrisponde perfettamente con quello necessario per aprire i menù laterali.

Con la prossima Beta 5, invece, come annunciato anche al droidcon di Berlino, verrà aggiunto un piccolo “ritardo” nell’aperturà del menù laterale: premendo e tenendo premuto, infatti, sarà possibile far fare capolino al menù e, solo a quel punto, sarà possibile aprirlo con uno swipe verso il centro del dispositivo.

🚧 The drawer behavior is changing. Users will be able to open the drawer by peeking the drawer, and then swiping. Big benefit is that this works with existing apps with “old” DrawerLayout versions. pic.twitter.com/WVyOzQFzHO

— Chris Banes (@chrisbanes) July 2, 2019

La nuova funzionalità, che molti utenti Huawei/Honor hanno già potuto apprezzare, dato che è già presente nelle ultime versioni della EMUI, sarà un cambiamento a livello di sistema, dunque non richiede alcuna modifica da parte degli sviluppatori, i quali che potranno apprezzare immediatamente la novità al rilascio della Beta.

Non c’è ancora una data precisa di rilascio per la Beta 5 di Android Q ma sappiamo che arriverà nel terzo trimestre 2019, ovvero il periodo luglio-settembre, e sembra molto probabile che verrà distribuità verso la fine.

Guarda l’articolo originale