Apple Tutti gli articoli

Apple lancia le mostre in realtà aumentata in piazze e parchi delle capitali mondiali

Non sono esibizioni d’arte comuni quelle che Apple ha ideato insieme al New Museum di New York allestendole proprio nel cuore della Grande Mela e in svariate capitali in tutto il mondo: gli allestimenti — tutti a cielo aperto — non comprendono infatti opere tangibili ma sequenze di 0 e 1, manufatti digitali osservabili in realtà aumentata utilizzando iPhone per inquadrare i luoghi virtuali dove sono custoditi. La raccolta è stata battezzata [AR]T e si può visitare — iPhone alla mano e dopo essersi iscritti attraverso il sito di Today at Apple — a partire dal 10 agosto, percorrendo un itinerario guidato che parte da uno dei luoghi predisposti dalla società.

Le visite partono tutte da uno degli Apple Store che sono stati scelti per il progetto — nel caso del capofila, a New York, si tratta di quello sulla Fifth Avenue, il cui percorso porta dritto a Central Park. Gli artisti scelti per contribuire alle raccolte sono invece stati selezionati dal New Museum: John Giorno, Nick Cave, Nathalie Djurberg, Hans Berg, Cao Fei, Carsten Höller e Pipilotti Rist. Nel corso dei tour, i partecipanti passeggeranno per le vie delle città osservando i dintorni attraverso la finestra dello smartphone, offerto in dotazione per l’occasione insieme a un paio di cuffie che descrivono le opere da visualizzare sul telefono.

Le installazioni sono infatti codificate nel software di iPhone con uno scopo ben preciso; apparire in sovrimpressione solamente quando la fotocamera del telefono inquadra determinati edifici e luoghi nei dintorni — come Trafalgar Square a Londra, gli Yerba Buena Gardens a San Francisco o la Grand Army Plaza a Central Park. In questo modo l’opera d’arte si fonde e in alcuni casi interagisce con architettura e paesaggio, creando effetti unici. Purtroppo le esperienze del tour AR[T] non sono disponibili a chiunque: per vederle occorrono l’apposita app per iOS e l’iscrizione all’evento; tutti gli altri possono comunque recarsi in un qualsiasi Apple Store con il proprio iPhone per visionare altre opere in realtà aumentata pensate per adornare gli spazi virtuali dei negozi Apple.

Guarda l’articolo originale