Apple Tutti gli articoli

iPhone 11 e iPhone 11 Pro potrebbero essere venduti nella seconda metà di settembre

Più si avvicina il periodo in cui Apple presenterà i suoi nuovi iPhone 11, maggiori diventano i rumor circa le caratteristiche tecniche e i dettagli che accompagneranno la nuova generazione del top di gamma di Apple. Notizie che per ora non sono altro che rumors e che, a volte, capita siano in contrasto tra loro.

Gli iPhone 11 potrebbero essere venduti a metà settembre

E l’ultimo report sulla possibile data di vendita degli iPhone 11 in effetti lo è, in contrasto, con quello che anticipava la data di presentazione dei nuovi smartphone di Apple, prevista – sempre in base ad un altro rumor – per il prossimo 20 settembre 2019: secondo quando si legge nel documento di Wedbrush, la data di vendita degli iPhone potrebbe essere addirittura venerdì 13 settembre, con una presentazione che potrebbe essere organizzata tra il 3 e il 4 settembre. Date fino ad oggi escluse, perché troppo vicine al Labor Day, una festa nazionale statunitense che si tiene il 2 settembre, ed in effetti anche a ridosso dell’IFA 2019.

Inoltre, sempre in base a quanto si legge nel report, anche quest’anno Apple presenterà tre diverse versioni di iPhone 11 ma, a differenza di quanto è sempre accaduto, verranno tutte vendute contemporaneamente. L’anno scorso, per esempio, 2018 sono arrivati nei negozi prima gli iPhone XS Max e XS e poi, dopo un mese, gli iPhone XR.

iPhone Pro: il report ne conferma il nome

E se rimangono ancora dubbie le date di presentazione e di vendita degli iPhone 11, dal report pubblicato da 9to5Mac arriva un’ulteriore conferma sul nome del top di gamma degli iPhone 2019: la versione con display più grande potrebbe davvero chiamarsi iPhone Pro. Un nome piuttosto inusuale, che però potrebbe essere giustificato dalla possibile compatibilità con l’Apple Pencil e dalla costante presenza della dicitura “Pro” in praticamente tutte le famiglie di prodotti di Apple: dai Mac Book, agli iMac, fino ai nuovi iPad, la versione “Pro” è sempre stata presente nella lineup di Apple.

I dazi USA non influenzeranno il prezzo degli iPhone 11

Infine, il report prevede che anche se dovessero entrare in vigore i nuovi dazi USA nei confronti della merce importata dalla Cina, Apple ne assorbirà i costi, ma solo per la generazione di quest’anno. Nel caso in cui le tensioni USA-Cina dovessero continuare, Apple sarà obbligata ad aumentare i prezzi di vendita dei suoi dispositivi del 2020: un’aumento che potrebbe causare una diminuzione delle vendite pari a 8 milioni di iPhone solo negli Stati Uniti d’America.

Guarda l’articolo originale