Social, web e tecnologia Tutti gli articoli

Ti ho inviato un codice per sbaglio”: non rispondere alla truffa su WhatsApp

WHATSA

Nonostante l’allerta diramata dalla Polizia Postale, e le decine di articoli di segnalazione pubblicati da praticamente tutte le più importanti testate giornalistiche nazionali, continua imperterrita la truffa del codice a 6 cifre su WhatsApp. Un marchingegno pensato da un gruppo ignoti di hacker con il quale i malintenzionati sperano di riuscire a prendere possesso degli account delle vittime, per farci poi chissà cosa.

Come funziona la truffa

Con un messaggio originale in lingua inglese contenente il testo “I’m sory,I send you a 6-digit code by SMS by mistake can you pass it to me ? Its urgent”, poi tradotto in Italiano come “Scusami, ti ho inviato un codice di 6 cifre via SMS, potresti inviarmelo?” i malintenzionati inviano, spacciandosi per un parente o un amico della vittima, quello che potrebbe sembrare il tipico codice di autenticazione che si riceve da WhatsApp al momento dell’iscrizione. E se l’ignaro ricevente del messaggio, invia a sua volta il codice ricevuto via SMS, perde totalmente l’utilizzo del suo account di WhatsApp.

Insomma, in soldoni i malintenzionati provano ad associare un altro dispositivo all’account delle vittime, per prenderne poi il controllo ed utilizzarlo probabilmente per loschi motivi e per dar via ad una campagna di spam dalla portata quasi infinita.

“Si sta verificando che cybercriminali riescano a recapitare alla vittima un messaggio nel quale viene chiesto l’invio di tale codice, facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica” ha spiegato la la Polizia postale. “L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo account WhatsApp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la disponibilità”.

Come proteggersi

A dare le linee guida per proteggersi dalla truffa del codice a 6 cifre su WhatsApp, è la stessa Polizia Postale che con un post pubblicato nel sito ufficiale dell’ente, ha stilato un vero e proprio vademecum. Sostanzialmente, per evitare di perdere il controllo del proprio account di WhatsApp, la sola e unica cosa da fare è quello di ignorare il messaggio che si riceve.

È essenziale, inoltre, non contribuire alla diffusione di questa pratica malevola inoltrando il messaggio ai propri contatti: il codice SMS di WhatsApp è una cosa strettamente personale che non potrà mai servire ad altri. E condividere l’allerta con i propri contatti e i propri parenti, potrebbe metterli in guardia ben prima di ricevere il messaggio truffa.

Guarda l’articolo originale